Soccorso stradale agli animali obbligatorio in Italia dal 27 dicembre 2012

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto attuativo del ministero che equipara gli animali feriti alle persone:  “In caso di incidente è obbligatorio fermarsi e prestare soccorso all’animale colpito”.

La modifica al Codice della Strada in materia di soocorso per investimento di animali entra in vigore il 27 dicembre. “La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali – commentana il presidente LAV Gianluca Felicetti, e Carla Rocchi, presidente nazionale dell’Enpa – Nel decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veterinario, la necessità di intervento anche ai fini della tutela dell’incolumità pubblica e il pieno riconoscimento dell’attività delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento già previsti da altre normative”.

Il Decreto stabilisce inoltre le caratteristiche delle dovranno avere le autoambulanze veterinarie le cui attrezzature specifiche saranno individuate dal Ministero della Salute, la certificazione anche successiva dello stato di necessità di intervento sull’animale da parte di un veterinario e gli stati patologici che fanno scattare questo riconoscimento cioè trauma grave, ferite aperte, emorragie, alterazioni e convulsioni.

Sul sito della Gazzetta Ufficiale del Ministero è possibile esaminare direttamente il decreto attuativo per il soccorso stradale obbligatorio per gli animali:
Regolamento di attuazione dell’articolo 177, comma 1, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, come modificato dall’articolo 31, comma 1, della legge 29 luglio 2010, n. 120, in materia di trasporto e soccorso di animali in stato di necessita’. (12G0238) (GU n. 289 del 12-12-2012)